La funzione dei fondi

Un ciclo di pitturazione corretto deve essere reso compatibile con le caratteristiche chimico-fisiche del supporto sul quale deve essere applicato, considerando la preparazione e i prodotti di fondo da utilizzare come base per la buona riuscita e durabilita dell’intervento. Viero propone una gamma di soluzioni completa, per qualsiasi tipo di supporto.

La funzione del fissativo

I fissativi penetrando nel supporto svolgono la funzione di ponte di aderenza tra lo stesso e i prodotti vernicianti. Grazie al loro potere consolidante e alla capacita di regolare ed uniformare l’assorbenza del supporto, compattano l’eventuale polvere superficiale presente, in modo che l’applicazione dei successivi strati di pittura risulti uniforme.

La funzione del fondo pigmentato

Nei casi in cui il supporto si presenta disomogeneo o leggermente irregolare, come nel caso di presenza di piccoli rappezzi con tessitura diversa rispetto al sottostante intonaco e non si renda indispensabile la rasatura locale o totale con adeguato rasante superficiale e possibile utilizzare, prima della posa della finitura, liscia o a spessore, l’applicazione di un prodotto di fondo pigmentato.

La funzione del fondo riempitivo

Questa tipologia di prodotto consente di ottenere un alto potere riempitivo e un adeguato effetto mascherante rispetto alle imperfezioni presenti in un ampio contesto di supporti. Trovano un efficace utilizzo in cantiere dove si ricerchi un’attenuazione, un raccordo estetico, tra un intonaco preesistente e dei rappezzi con leggere diversità di trama.

La funzione del fondo minerale

I sistemi minerali vanno applicati su supporti minerali nuovi, o comunque su rivestimenti minerali esistenti. Nel ripristino di vecchi edifici molto spesso, in base alle esigenze dei committenti, viene richiesto l’utilizzo di pitture minerali alla calce o silicati su supporti che presentano verniciature con vecchie pitture di altra natura. La caratteristica di questi fondi d’aggancio è di preparare un ambiente con caratteristiche d’affinità chimico fisiche compatibili sia con il fondo che con la finitura.

Scopri tutti i prodotti di preparazione Viero

Criteri per la buona riuscita del cantiere

Supporto ben preparatoprodotti-di-preparazione

È necessaria un’accurata analisi dello stato del supporto e della compatibilità dei materiali con le superfici esistenti.

  • Il supporto deve avere un tempo di maturazione di almeno 28 giorni a temperatura ambiente non inferiore a 10°C.
  • Il supporto deve essere in buono stato, solido e coeso, stabile, senza rischi di movimenti importanti di dilatazione, pulito, privo di polvere e di aspetto regolare.

La scelta del ciclo applicativo

Deve essere fatta tenendo di conto dello stato del manufatto, l’esposizione dell’edificio, l’ubicazione geografica e le caratteristiche predominanti richieste.

Rispetto delle condizioni ambientali per la messa in opera

E’ fondamentale rispettare i limiti della temperatura esterna e del supporto, in particolar modo nei mesi estivi ed invernali. Il superamento di tali limiti potrebbe condizionare le caratteristiche finali del prodotto.

  • Evitare l’applicazione sotto l’azione diretta del sole e del vento
  • Temperatura ambientale durante: min. 5°C / max. +35°C
  • Umidità relativa dell’ambiente: <75%

Scopri tutti i prodotti di preparazione Viero

 

Condividi! Share on LinkedInShare on Facebook

Richiedi informazioni

Privacy Policy | Cookies | Note Legali | Termini e Condizioni – © 2015 Cromology Italia Spa – P.IVA 07684621001